Il 14 febbraio ricorre l’evento denominato One Billion Rising che vede un’altissima percentuale di donne danzare per ricordare la violenza contro le donne.

Come presidente dell’Associazione Abbracciami auspico con reale fermezza che la violenza contro le donne diminuisca tuttavia, purtroppo, dobbiamo riflettere che alcuni dati che riguardano gli esseri umani di sesso femminile nel mondo, ispirano tristezza e, per conto nostro, lacrime di dolore e pena. Non possiamo non partecipare all’evento, ma a modo nostro e con una modalità che ci appartiene maggiormente.

 

Per tale motivo abbiamo deciso di raccoglierci, per un’ora di preghiera, alle 18 presso la Parrocchia di Santa Rita: prenderemo la Santa Messa assieme.

Ovviamente invitiamo tutte le famiglie che lo desiderano a partecipare.

 

Ricordiamo, quindi, oggi:

  • La mancata nascita in India di 10 milioni di femmine negli ultimi 20 anni[1].
  • Dall’inizio dell’anno, 19 yazide sono state bruciate vive in gabbie di ferro, per aver rifiutato di avere rapporti sessuali con i jihadisti a Mosul nel nord dell’Iraq.
  • Bambine yazide da 1 a 9 anni vendute[2] come merce.
  • 15 milioni di matrimoni all’anno che hanno per protagonista una minorenne.
  • 70.000 le ragazze, tra i 15 e i 19 anni, che muoiono a causa di complicazioni durante la gravidanza e il parto[3] a causa della giovane età.
  • Ogni anno circa tre milioni di bambine sotto i 15 anni che subiscono Mutilazioni Genitali Femminili[4].
  • Le 46.000 donne che ogni anno possono soffrire di depressione post parto[5], poiché non hanno una famiglia vicino in grado di sostenerle e perché la famiglia d’origine spesso non c’è più a causa di separazioni e divorzi.
  • Le donne con sindrome post aborto volontario[6] (uno studio informa che su 163 831 donne che scelgono di abortire, vi è un aumento del rischio 81% dei problemi di salute mentale, e quasi il 10% l’incidenza di problemi di salute mentale ha dimostrato di essere attribuibile, per l’appunto, all’aborto[7])[8].
  • Le ragazze indotte all’uso del proprio corpo per divertimento sessuale a causa di una diffusione capillare della pornografia[9]. Le giovani donne, infatti, non vengono informate che un inizio precoce dell’attività sessuale e partner sessuali multipli possono aumentare il rischio di essere infettate[10] dal Virus del Papilloma (HPV) che conduce al tumore (528.000 nuovi casi all’anno). Attualmente nelle scuole le ragazze vengono solo indotte all’uso del preservativo che non protegge da questa infezione[11], e da quello dei contraccettivi orali che aumentano l’incidenza tumorale[12] (il timore maggiore è quello di gravidanze “non desiderate”[13]).
  • Le 168.900 donne che ogni anno si ammalano di tumore[14].
  • Le 77.000 donne che muoiono di tumore ogni anno[15]
  • Le donne che ogni anno si suicidano: si registrano rischi due volte superiori nelle donne rimaste vedove o separate (soprattutto nella fascia d’età tra i 25 e i 44 anni) rispetto alle donne sposate[16].
  • Che l’età media delle donne che diventano madri è di 32,7 anni e questo significa che queste donne potranno avere un numero relativo di figli e che, soprattutto, avranno 47 anni circa quando il loro primogenito avrà 15 anni (l’età che richiede maggior attenzione). Inoltre sappiamo che molte di loro saranno separate o divorziate (età media al divorzio/separazione 45 anni: nel 2015 18.631 separazioni[17]). Quindi ricordiamo tutte le bambine/ragazze che subiscono la decisione dei propri genitori di separarsi e tutti i danni che ne risultano[18],[19].
  • Che nel 2013 sono il 57% le madri che hanno un’occupazione lavorativa [20] al momento del parto, per cui a 4 mesi i loro figli verranno affidati ad altre persone quando dovrebbero stare con la propria madre almeno i primi 2/3 anni vita. Questo comporta spesso l’interruzione dell’allattamento materno e lo svezzamento precoce (che comporta dei rischi cospicui[21]).
  • Che a tutt’oggi il 35,5% dei parti avviene mediamente con taglio cesareo[22] il che comporta alto rischio materno[23] (e neonatale).
  • Il 98% delle utilizzatrici della pillola anticoncezionale non conosce il meccanismo del contraccettivo ormonale o ne ha una conoscenza parziale o errata[24].
  • Che ad oggi ci sono 1,39 numero di figli per donna e che questo implica un’estinzione che non sarà graduale.

 

Ringrazio tutte le persone che vorranno partecipare con noi, una per una, e invito tutti a visionare il nostro sito internet e a partecipare alle nostre attività.

 

Chiara Martinelli

Presidente

 

[1] http://www.asianews.it/notizie-it/India,-10-milioni-di-feti-femminili-abortiti-in-20-anni-5068.html

[2] http://www.ibtimes.co.in/shocking-isis-official-slave-price-list-shows-yazidi-christian-girls-aged-1-9-being-sold-613160

[3] http://www.repubblica.it/solidarieta/diritti-umani/2016/10/11/news/giornata_mondiale_delle_bambine-149532340/

[4] http://www.unicef.it/doc/371/mutilazioni-genitali-femminili.htm

[5] http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?id=154&area=Disturbi_psichici

[6] http://www.progettorachele.org/postumi/postumi.html

[7] https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21881096&usg=ALkJrhjLunFgOQ_Gq-fZO7J7dBza7cWFaA

[8] AAVV, Maternità interrotte. Le conseguenze psichiche dell’IVG, Ed Paoline

[9] Térèse Hargot, Una gioventù sessualmente liberata (o quasi), Ed. Sonzogno, pagg19-33

[10] http://www.airc.it/tumori/tumore-alla-cervice-uterina.asp

[11] Trottier H, Franco EL. The epidemiology of genital human papillomavirus infection. Vaccine 2006; S1/4-S1/15 in http://www.epicentro.iss.it/problemi/hpv/hpv.asp,

[12] Ibidem

[13] Térèse Hargot, Una gioventù sessualmente liberata (o quasi), Ed. Sonzogno, pag. 93

http://www.airc.it/tumori/tumore-alla-cervice-uterina.asp

 

[14] http://www.airc.it/cancro/cos-e/statistiche-tumori-italia/

[15] ibidem

[16] http://www.iltempo.it/cronache/2016/06/16/news/mai-cosi-tanti-suicidi-in-italia-1012935/

[17] http://www.istat.it/it/files/2016/11/matrimoni-separazioni-divorzi-2015.pdf?title=Matrimoni%2C+separazioni+e+divorzi+-+14%2Fnov%2F2016+-+Testo+integrale.pdf

[18] Effetti della separazione e del divorzio die genitori sulla qualità dell’attaccamento del figlio in https://www.apc.it/wp-content/uploads/2013/06/06.pdf

[19] Ricordiamo, ovviamente, anche tutti i bambini e tutti i ragazzi.

[20] http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2431_allegato.pdf

[21] Di questo dato non forniamo informazioni poichè i danni dello svezzamento precoce sono conosciuti. Qualora se ne desiderasse infomrazione circoscritta, si consiglia la lettura delle Linee Guida dell’Alimentazione 0-3 anni dell’Unione Europea.

[22] http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2431_allegato.pdf

[23] http://www.saperidoc.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/200

[24] http://www.vitachenasce.org/coppia-e-societa/pillola-aborto-figli.html

Ti potrebbe piacere anche...

Nessun commento

You can post first response comment.

Lascia un commento

Inserisci il tuo nome Inserisci un indirizzo email valido Please enter a message.

Completa l'operazione *

Per continuare la navigazione devi accettare i cookies maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi